book preview

 

Manuale per giovani artisti
L'arte raccontata da Damien Hirst

di Damien Hirst e Gordon Burn

postmedia 2004
240 pp.
-- 163 illustrazioni
isbn 9788874900114




19,00

acquista online
 
   

Non mi faccio illusioni. Non penso di essere il miglior artista di tutti i tempi. Ma ho scoperto molte cose lungo la strada e devo passarle ai giovani artisti impegnati a fare lo stesso viaggio. Ho pensato che non sarebbe male se questo libro fosse una specie di manuale per giovani artisti e spero che in un certo senso lo sia. È molto importante passare tutte le informazioni che ho raccolto a gente che ha la stessa rabbia di quando ho iniziato io.
Damien Hirst


Manuale per giovani artisti
è la registrazione di tredici incontri tra Damien Hirst e Gordon Burn realizzati nell'arco di dieci anni: dalla prima mostra all'Institute of Contemporary Art di Londra fino ai più recenti successi. Il libro è un affascinante racconto, un'auto-biografia dettata con parole semplici al registratore dello scrittore Gordon Burn, che ricostruisce i primi 40 anni dell'artista che per molti e' l'artista più importante degli ultimi dieci anni, simbolo del boom della "Young British Art" e della ripresa economica dell'Inghilterra nello scorso decennio, ma soprattutto una persona che ha una visione dell'arte vera, che travalica ogni categoria e pregiudizio, un vero e proprio decalogo per chi è poco informato sull'arte contemporanea, ma che sorprenderà anche chi è convinto di sapere tutto di tutti.
Provocatorio, romantico, irriverente, trasgressivo, sempre profondo, Damien Hirst ripercorre tutta la sua carriera, dall'infanzia nei quartieri popolari di Leeds ai primi passi al Goldsmith College di Londra, dal mito di Francis Bacon all'incontro con Charles Saatchi e Larry Gagosian, passando attraverso la musica, l'arte, l'amore, la droga e la vita. Un resoconto completo e senza peli sulla lingua su uno degli artisti più popolari e controversi del nostro tempo.















postmedia books

Damien Hirst - notizie

"Il primo obiettivo di Hirst - l'artista piu famoso del mondo - è di creare un avvenimento. Quello a cui lui è interessato sono gli effetti. La sua terza esposizione personale a New York è estremamente professionale e desiderosa di divertire. Tutto è grandioso, teatrale, lustro e piacevole." (Jerry Saltz)


"Damien Hirst si è subito distinto, all'interno del gruppo, per eccezionali capacità organizzative e autopromozionali che lo hanno portato, nel giro di quindici anni, alle più alte posizioni della fama artistica, grazie anche all'abile manipolazione di personaggi influenti quali critici come Norman Rosenthal della Royal Academy, galleristi come Nicholas Serota della Tate Gallery e collezionisti privati, e grazie soprattutto al suo forte spirito ribelle e dissacratorio, alle sue opere scioccanti e stranianti di eccezionale impatto emotivo: Hirst, infatti, ha sempre saputo che per diventare celebri bisogna essere riconoscibili, nel bene o nel male, bisogna produrre un'emozione indimenticabile, piacevole o ripugnante, bisogna essere unici." (Vilma, Supereva)

Share |