introduzione

cover300dpi



 

Ni una mįs
Arte e attivismo contro il femminicidio
Francesca Guerisoli



postmedia books 2016
240 pp. 147 ill.
isbn 9788874901562

s 21,00

acquista online
 
 
 
international delivery 24,90

Ni una mįs č il grido di protesta con cui le madres e gli attivisti conducono la loro lotta contro omertą e impunitą che caratterizzano il fenomeno del femminicidio di Ciudad Juįrez, cittą messicana al confine con gli Stati Uniti. Le relazioni tra violenza, misoginia, memoria e rappresentazione nella "cittą delle morte", sono esplorate attraverso un approccio interdisciplinare. Francesca Guerisoli analizza le modalitą con cui l'arte e le forme creative si oppongono al femminicidio, costruendo un orizzonte simbolico nel quale si colloca una battaglia culturale e politica transnazionale nel tentativo di ristabilire una memoria pubblica occultata dal sistema politico ed economico dominante. L'arte nata in relazione alla violenza e al femminicidio č indagata attraverso la descrizione critica delle opere e delle pratiche messe in atto da collettivi locali e da artisti che operano anche a livello internazionale, come Teresa Margolles, Lorena Wolffer, Ursula Biemann, Santiago Sierra, Regina José Galindo, Francis Al’s. Il progetto d'arte partecipativa Zapatos Rojos di Elina Chauvet, nato nel contesto di Juárez, č divenuto il simbolo pił popolare della lotta al femminicidio nel nostro Paese. L'analisi critica mette in rilievo il significato della marcia di scarpe rosse e il valore che il progetto, nato in una realtą specifica, esprime anche in tutti quei contesti in cui la relazione asimmetrica tra i sessi porta al femminicidio.

Il libro ha ottenuto il patrocinio di Amnesty International:
Per la capacitą di andare oltre i fatti del femminicidio, sapendo ispirare nel lettore un desiderio concreto di cambiamento. Un libro che non soltanto racconta, documenta alla perfezione e denuncia una piaga del nostro tempo con chiara fermezza, ma che trasforma l'arte in strumento per contrastare silenzio ed omertą.




postmedia books Francesca Guerisoli (Genova, 1980) si occupa di storia e critica d'arte contemporanea e di museologia. I suoi interessi di ricerca comprendono il rapporto dell'arte con la dimensione sociale e politica e l'arte negli spazi pubblici. Dal 2009 č docente di Arte e Architettura e Linguaggi della Fotografia presso l'Universitą di Milano-Bicocca. Ha curato numerosi progetti espositivi, tra cui Un altro mondo č ancora possibile? (Palazzo Ducale, Genova, 2011) e Zapatos Rojos (in varie città italiane, 2012-2015). Č co-autrice del volume La cittą attraente. Luoghi urbani e arte contemporanea (Egea, 2014). Compra questo libro insieme a Judith Butler
buy buy
26,90