preview (PDF)

 

 

 

 



Arte Mistica ComunitÓ 2

Veronica Caciolli



postmedia books 2024
90 pp.

isbn 9788874903902

 


14,90
 

 

Questo libro raccoglie gli atti del convegno Arte, mistica, comunità ideato e curato da Veronica Caciolli, tenutosi al MUSEC ľ Museo delle Culture di Lugano l'11 e 12 Febbraio 2022. Giunto alla sua seconda edizione, Arte, mistica, comunitÓ continua a raccogliere le visioni di ricercatori, intellettuali e artisti intorno ai rapporti tra produzione visuale, immaginale e societÓ: una fenomenologia che estende i confini della conoscenza, presente e passata.

Con i contributi di: Yuval Avital, Giorgio Bedoni, Riccardo Bernardini, Veronica Caciolli, Francesco Paolo Campione, Halina Dyrschka, Jessica Hundley, Fabio Merlini, Marco Pasi, Suzanne Treister

In Arte, Mistica, ComunitÓ, attraverso le testimonianze di diverse figure culturali, intendo mostrare una specifica tendenza della contemporaneitÓ che pu˛ essere intesa sia come novitÓ che come sopravvivenza, di forme e temi di un certo passato, scatenata da comuni "esigenze" inconsce, "ideologiche e pratiche". Ci˛ che desidero far emergere Ŕ in altre parole l'esplosione ma anche il ritorno di una diffusa ricerca intorno allo spirituale, all'occulto, al sacro e al mito, le cui premesse e i cui esiti sono spesso motivati da questioni socio-politiche.
_ Veronica Caciolli

Ho deciso di accogliere con favore al Musec questo convegno perchÚ mi sembr˛ fin da subito in sintonia sia con i miei interessi che rispetto alla mission di un museo contemporaneo di antropologia. I temi affrontati in questo convegno coinvolgono da vicino l'ambito antropologico, essendo le collezioni costituite principalmente di manufatti culturali e religiosi. Il soggetto del breve intervento che ho scelto di proporre riguarda un lato meno conosciuto di Wassily Kandinsky. Una parte rilevante della sua attenzione nei confronti della semplificazione delle forme e del contenuto "spirituale" dell'arte deriv˛ da un'esperienza di ricerca sul campo, come etnologo, svolta nel 1889 nella Russia settentrionale, dall'interesse nei confronti delle collezioni d'arte siberiana del Museo RumÔncev e da una lunga e profonda riflessione compiuta sull'atteggiamento e sulla mistica dello sciamano. Tale riflessione nutrý l'asse spiritualista della sua vita e determin˛ l'interesse per certe forme che compaiono nella sua arte quasi in modo ossessivo.
_ Francesco Paolo Campione

 

 

 

 

 

 

postmedia books

BIOGRAFIE DEGLI AUTORI

Yuval Avital Ŕ un artista multimediale, compositore e chitarrista. Sviluppa le sue opere in una varietÓ di spazi, tra luoghi pubblici, siti archeologici industriali, teatri e musei, sfidando le tradizionali categorie cristallizzate che separano le arti. Nelle sue mostre, performance, installazioni immersive, opere totali, "riti" sonori su larga scala e concerti, si possono trovare danzatori, ensemble di musica contemporanea, maestri di culture e tradizioni antiche, individui o comunitÓ reclutati in opere partecipative, multi-proiezioni video, ambienti tattili meditativi, strumenti tecnologici avanzati, materiali d'archivio, collaborazioni con istituti scientifici, sculture sonore, oggetti, pittura e opere stampate.

Giorgio Bedoni, psichiatra e psicoterapeuta, insegna all'Accademia di Belle Arti di Brera. E' autore di libri e pubblicazioni nel campo dell'art brut e dei rapporti tra arte e psichiatria. Ha curato mostre in tema di Arte e psicoanalisi, Art Brut e di esperienze artistiche outsider in dialogo con l'arte contemporanea e del Novecento. E' autore di numerosi saggi (Selene, Mazzotta, MIND e La Repubblica), curatore di 14 tra volumi e cataloghi d'arte editi a stampa in tema di arte e psichiatria, art brut. Ha curato diverse mostre in realtÓ museali, centri e gallerie italiane e straniere in tema di arte e psicoanalisi, arte e psichiatria, art brut e di esperienze artistiche outsider.

Riccardo Bernardini Ŕ Segretario scientifico ella Fondazione Eranos (Ascona), Direttore dell'Istituto di Psicologia Analitica e Psicoterapia (IPAP), Scuola di Specializzazione in Psicoterapia (Ivrea) e Socio Analista della Associazione per la Ricerca in Psicologia Analitica (ARPA) e della International Association for Analytical Psychology (IAAP). Dal 2019 ricopre l'incarico di Segretario dell'Ordine degli Psicologi del Piemonte. Insegna Psicologia del male e dei processi di radicalizzazione presso il Corso di Laurea Magistrale in Psicologia criminologica e forense e Psicologia delle relazioni interpersonali presso il Corso di Laurea in Infermieristica all'UniversitÓ di Torino. ╚ responsabile editoriale, con Fabio Merlini, degli Eranos Yearbooks, editi dal 1933.

Veronica Caciolli Ŕ storica dell'arte, curatrice e docente. Per oltre undici anni ha lavorato all'interno dei musei (Mart Rovereto, Palazzo Pretorio Prato) come conservatrice e curatrice di arte contemporanea. Da indipendente, i suoi interessi ruotano attorno agli sconfinamenti tra arte e antropologia, per cui ha curato diversi progetti, in particolare tra l'Italia e la Tailandia. Svolge inoltre attivitÓ di docenza, insegnando all'Accademia di Belle Arti di Ravenna, allo IED e alla Laba di Firenze. Ha pubblicato i suoi testi, tra gli altri, con Electa Mondadori, Silvana Editoriale, Gli Ori, Wip, Postmedia e Mousse Publishing.

Francesco Paolo Campione insegna Antropologia culturale all'UniversitÓ degli Studi dell'Insubria (Como e Varese, dal 2001) ed Ŕ direttore del Musec, Museo delle Culture (Lugano, Svizzera, dal 2005). Da oltre trent'anni anni si occupa di antropologia dell'arte, di museologia e di gestione di organizzazioni che operano in campo culturale, alternando le attivitÓ di ricerca con l'insegnamento accademico e la direzione d'istituti culturali e musei, oltra alla consulenza a livello europeo per istituzioni ed enti locali. Ha compiuto ricerche sul campo in Nuova Guinea, a Bali e in Laos. Ad oggi, ha curato oltre un centinaio di esposizioni d'arte, permanenti e temporanee, in diversi Paesi e ha al suo attivo decine di volumi e cataloghi d'arte, oltre a un centinaio di articoli scientifici apparsi su riviste e opere collettanee.

Halina Dyrschka Ŕ regista e produttrice. Dopo aver studiato recitazione, canto classico e produzione cinematografica, ha fondato la societÓ AMBROSIA FILM a Berlino, in cui produce lungometraggi e documentari. Il suo primo cortometraggio 9andahalf's Goodbye Ŕ stato proiettato in oltre 40 festival cinematografici in tutto il mondo e ha vinto diversi premi. Beyond the Visible. Hilma af Klint Ŕ il primo e unico film sull'artista svedese. ╚ stato proiettato in oltre 30 festival cinematografici in tutto il mondo e il New York Times lo ha scelto come uno dei migliori film del 2020.

Jessica Hundley Ŕ autrice, regista e giornalista. Ha scritto per riviste del calibro di "Vogue", "Rolling Stone" e "The New York Times" ed Ŕ autrice di libri su artisti come Dennis Hopper, David Lynch e Gram Parsons. Nel suo lavoro la Hundley esplora spesso la controcultura, con particolare attenzione alla metafisica, alla psichedelia e alla magia. Hundley Ŕ attualmente impegnata in progetti per gli editori Abrams, Phaidon e Rizzoli. Hundley Ŕ anche curatrice della collana The Library of Esoterica per Taschen, una serie di libri che esplora la storia visiva dei tarocchi, dell'astrologia e di altre tradizioni esoteriche.

Fabio Merlini, filosofo, Ŕ Direttore Regionale della Scuola Universitaria Federale per la Formazione Professionale (SUFFP) di Lugano e, dal 2010, Presidente della Fondazione Eranos di Ascona. GiÓ privat-docent all'UniversitÓ di Losanna, dove ha insegnato Filosofia della cultura (1988) e quindi professore invitato per l'insegnamento di Epistemologia delle scienze umane (1999-2003), dal 2003 al 2011 Ŕ stato inoltre docente di Etica all'UniversitÓ dell'Insubria (Varese). Ha presieduto la Commissione culturale del Cantone Ticino dal 2012 al 2019. Dal 1996 al 2000 ha co-diretto il Groupe de Recherche sur l'Ontologie de l'Histoire presso gli Archivi Hussler della ╔cole Normale SupÚrieure di Parigi, i cui lavori ľ AprŔs la fin de l'histoire (1998), HistoricitÚ et spatialitÚ (2001) e Une histoire de l'avenir (2004) ľ sono stati pubblicati dall'editore Vrin.

Marco Pasi Ŕ professore associato e direttore del Centro per la Storia della filosofia ermetica e correnti affini presso l'UniversitÓ di Amsterdam. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni sul rapporto tra esoterismo, arte, politica e sessualitÓ. ╚ stato professore invitato presso il Politecnico di Zurigo e le UniversitÓ di Torino e Cagliari, e ha svolto progetti di ricerca presso il Warburg Institute di Londra, il Max Weber Kolleg di Erfurt e il Netherlands Institute for Advanced Studies. ╚ stato per diversi anni il Segretario Generale dell'Associazione Europea per lo Studio delle Religioni. Dirige la "Aries Book Series" presso le edizioni Brill di Leida.

Suzanne Treister Ŕ una pioniera nel campo dei nuovi media sin dalla fine degli anni Ottanta e lavora contemporaneamente su video, Internet, tecnologie interattive, fotografia, disegno e acquerello. Nel 1988 ha realizzato lavori sui videogiochi, nel 1992 sulla realtÓ virtuale, nel 1993 su software immaginari e nel 1995 ha realizzato il suo primo progetto web e ha inventato un avatar che viaggia nel tempo, Rosalind Brodsky, oggetto di un cd-rom interattivo. Spesso di durata pluriennale, i suoi progetti comprendono reinterpretazioni fantastiche di tassonomie e storie date, impegnandosi in narrazioni eccentriche e corpi di ricerca non convenzionali. Il rapporto tra le tecnologie emergenti, la societÓ, i sistemi di credenze alternativi e i potenziali futuri dell'umanitÓ costituisce un tema costante del suo lavoro.