In the Flow ci fa capire bene non solo quanto Boris Groys fosse in stato di grazia quando ha scritto questo libro,
ma segnala anche l'incredibile percorso che il lettore intraprenderÓ intorno ad alcuni dei pi¨ diffusi costrutti culturali del nostro tempo: il museo, l'archivio e la Rete.
Nel processo di articolazione della reologia - o fluiditÓ - dell'arte, ogni capitolo rende chiari potenziali termini e concetti contemporanei come l'attivismo, la partecipazione, l'estetizzazione,
l'infezione e la trasgressione. In the Flow presenta un nuovo approccio alla teoria dell'arte secondo il quale Ŕ possibile che le idee restino mutabili nel momento in cui vengono messe in pratica.

[Kate Fowle, Curatore del Garage Museum of Contemporary Art, Mosca]

 

 


         
e
e
e
e
e e