Tutta l'arte contemporanea può essere considerata essenzialmente come una pratica espositiva all'interno della quale è molto difficile distinguere i compiti dei tradizionali personaggi del vecchio sistema dell'arte, ma il curatore incarna una nuova figura di lavoro intellettuale/immateriale che non è più marginale, rientra invece a pieno titolo in quella riorganizzazione del lavoro immateriale e affettivo a cui stiamo assistendo.
[Gianni Romano, Become a Curator]

 

 


         
e
e
e
e
e e