Quaderni della
Fondazione
EchaurrenSalaris

groys


Snail Time
MaryAnn Caws

postmedia books 2018
76 pp. italian&english
size 146x208mm
isbn 9788874902125


In questa conversazione su Marcel Duchamp, tenuta nel 2018 presso la City University of New York, Mary Ann Caws prende spunto dalle impressioni ricevute un anno prima visitando la mostra di Pablo Echaurren Du champ magnétique alla Scala Contarini del Bovolo, a Venezia, in cui il pubblico era invitato a salire e scendere lungo una vertiginosa scala a chiocciola, in omaggio all'opera che ha reso celebre nel mondo l'autore del Nu descendant un escalier. Secondo questo concetto espositivo il "nudo" ("nu" in francese) diventava per assonanza "noi" ("nous" in francese), alludendo al fatto che i visitatori coinvolti nel percorso dovevano essere non semplici spettatori ma protagonisti dell'evento. Rievocando tale esperienza, Mary Ann Caws fa scattare una serie di cortocircuiti mentali, analogie, citazioni, flashback tra immaginato e vissuto, che attestano la vitalità del lascito duchampiano. In appendice: Duchamperie, aforismi, osservazioni e giochi di parole scritti e illustrati da Pablo Echaurren sin dal 1977, quando temporaneamente smise di "fare il pittore" per calarsi nel movimento degli "indiani metropolitani" e usare il pensiero di Duchamp come uno strumento di intervento politico irrituale e dissacrante.


s 12,60

acquista online
 
   

 

 

groys


Avanguardia di massa
Compaiono gli indiani metropolitani

Maurizio Calvesi

postmedia books 2018
102 pp.
size 146x208mm
isbn 9788874902118


Avanguardia di massa è il saggio che dà il nome all'importante raccolta di scritti pubblicata nel 1978 da Maurizio Calvesi, in cui lo studioso con grande lucidità dà una lettura, a caldo, del processo di appropriazione e riuso dei linguaggi dell'avanguardia da parte dei gruppi legati alle proteste giovanili e studentesche emerse a ridosso del '77. A distanza di quarant'anni, il testo viene oggi riproposto nella sua forma originaria, insieme ad altri due scritti dello stesso autore, come primo volume della collana Quaderni della Fondazione Echaurren Salaris, costituita con lo scopo di promuovere e diffondere lo studio dell'arte contemporanea.


s 12,60

acquista online
 
   

   

 

 
   

 



 

La Fondazione Echaurren Salaris pone per statuto fra le proprie attività non soltanto la gestione della collezione - che comprende, tra l'altro, la raccolta di pubblicazioni futuriste, una delle principali del settore, e i materiali legati alla controcultura italiana - ma anche la promozione di studi ed edizioni che ruotino attorno a tali argomenti. Con questa collana intendiamo mettere in pratica il progetto di incrementare ricerche e approfondimenti compresi in un arco che vada dalle avanguardie storiche agli esiti della cultura underground del nostro dopoguerra. Presenteremo importanti saggi dimenticati, o non facilmente reperibili, accanto alle riflessioni della giovane critica. E auspichiamo che i nostri libri, nella varietà delle proposte, possano avere per comune denominatore la caratteristica di percorrere strade poco battute fino a guardare laddove altri non guardano.
( Claudia Salaris _ Presidente della Fondazione Echaurren Salaris )

La collana della Fondazione Echaurren Salaris nasce allo scopo di promuovere e diffondere lo studio dell'arte e della cultura visiva del XX e XXI secolo, attraverso la pubblicazione di saggi, traduzioni, riedizioni e volumi miscellanei che approfondiscano la storia delle prime avanguardie, delle neoavanguardie e, soprattutto, della controcultura italiana e internazionale. Ambiti, questi ultimi, al centro del lavoro di ricerca promosso dalla Fondazione sin dalla sua istituzione, nel 2010, e che in questa collana, pubblicata da Postmedia Books, vengono affrontati secondo metodologie e prospettive molteplici, da studiosi di varie generazioni e diversa appartenenza disciplinare, con l'obiettivo di contribuire all'attuale riflessione storico-critica e gettare nuova luce su vicende, personalità e temi poco esplorati, anche attraverso l'analisi di opere e documenti presenti nella collezione custodita e gestita dalla Fondazione.
( Raffaella Perna _ Direttrice della collana )

postmedia catalogo